• Arte contemporanea

    Gratuita

    Personale

    Fotografia

    Arte moderna

    Documentaria

    Scultura

    Collettiva

    Installazioni

    Video

    Disegni

    Pittura

    Architettura

    Didattica

    Design

    Musica

    Bambini

    Performance

    Conferenza

    Archeologia

    Storia

    Natura

    Incontri

    Multimediale

    Laboratori

    Dipinti

    Cinema

    Scienza

    Giappone

    Moda

    Arte medievale

    Donna

    Visite guidate

    Narrativa

    Workshop

    Ceramica

    Oriente

    Arte

    Fumetti

    Teatro

    Disegni smisurati del ‘900 italiano concluso  

    Disegni smisurati del ‘900 italiano

    Dal al a Roma

    Marco Fabio Apolloni e Monica Cardarelli, direttrice della Galleria del Laocoonte di Roma, hanno adunato e restaurato più di una ventina di cartoni di maestri del ‘900 italiano, rastrelllati dal mercato dell’arte o direttamente dagli eredi degli artisti, per costituire una sorta di pinacoteca di “disegni smisurati” per dimostrare l’alto livello dell’esercizio del disegnare nella prima metà del secolo scorso.

    Del dannunziano Adolfo De Carolis di cui si espone il grande foglio preparatorio del dipinto Primavera  (1903). 

    Due maestosi cartoni per gli affreschi dello scalone del palazzo dell’INA a Roma – ora proprietà dell’Ambasciata Americana – sono opera del quasi dimenticato Giulio Bargellini (Firenze 1875- Roma 1936), frescante instancabile di terme, banche e ministeri.
    Achille non è stato solo un formidabile frescante ma un restauratore in chiave moderna dell’arte di Giotto e Piero della Francesca. Qui di lui si mostrano due schiere di soldati romani disegnati per il Martirio di S. Giorgio per la chiesa omonima a Milano, Didone e sua sorella per la sala dell’Eneide, affresco effimero eseguito per la Triennale di Monza del 1930, una Zuffa di Cavalieri per il Municipio di Bergamo ed infine la Vergine annunciata, cartone colorato a pastello per la chiesa di San Francesco a Tripoli, in cui ha raffigurato la propria allieva e amante Felicita Frei.

    Tra gli altri nomi Gino Severini, Publio Morbiducci, Ottone Rosai insieme ad un nucleo di cartoni colorati a pastello, opera di Pietro Gaudenzi (Genova 1880-Anticoli Corrado 1955) costituiscono una mostra nella mostra, illustrando, assieme a bozzetti e foto d’epoca, un intero ciclo di affreschi, eseguiti in due sale del Castello dei Cavalieri di Rodi nell’estate del 1938, oggi completamente perduti.




    Tags

  • Arte Contemporanea

  • Recensioni su questo evento

    Potrebbe interessarti anche

    in corso

    VolareArte - Helidon Xhixha

    Aeroporto Internazionale Galileo Galilei a Pisa

    Gli aeroporti di Pisa e di Firenze sono una vetrina privilegiata per l’arte…

    in corso

    Eco e Narciso. Ritratto e autoritratto nelle collezioni…

    MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo a Roma

    Con 37 opere di 25 artisti dalle collezioni delle Gallerie…

    in corso

    No War No Peace

    MAG Museo Alto Garda a Riva del Garda

    Se il 1918 è ricordato come l'ultimo anno di guerra, come non interrogarsi…

    in corso

    Aldo Tagliaferro. Memoria-Identificazione

    Osart Gallery a Milano

    Osart Gallery è lieta di annunciare la retrospettiva dedicata all'artista Aldo…

  • Dove si svolge?

  • Informazioni utili

    Luogo: Musei di Villa Torlonia - Casino dei Principi, Roma

    Indirizzo: Via Nomentana, 70, 00161 Roma RM

  • Prezzo

    Intero 9,50€ | Ridotto € 7,50

    Visita il sito web >>

  • Aiutaci a Crescere!