• Arte contemporanea

    Gratuita

    Personale

    Fotografia

    Arte moderna

    Documentaria

    Scultura

    Collettiva

    Installazioni

    Video

    Disegni

    Pittura

    Architettura

    Didattica

    Design

    Musica

    Bambini

    Performance

    Conferenza

    Archeologia

    Storia

    Natura

    Incontri

    Multimediale

    Laboratori

    Dipinti

    Cinema

    Scienza

    Giappone

    Moda

    Arte medievale

    Donna

    Visite guidate

    Narrativa

    Workshop

    Ceramica

    Oriente

    Arte

    Fumetti

    Teatro

    Magister Canova concluso  

    Magister Canova

    Dal al a Venezia

    A Venezia, Canova. In un viaggio che immerge il visitatore nella genesi del processo creativo del celebre scultore veneto, interprete massimo del Neoclassicismo.
    In una mostra dove spettacolo e approfondimento, emozione e conoscenza si calibrano e fondono alla perfezione.
    Ad annunciare Magister Canova, secondo atto della trilogia di mostre ideate e realizzate da Cose Belle d’Italia Media Entertainment, è il presidente Stefano Vegni.
    Come è già avvenuto per la mostra precedente dedicata a Giotto, Magister Canova, che è realizzata in collaborazione con la Fondazione Canova Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno, sarà accolta nelle magnifiche sale della Scuola Grande della Misericordia di Venezia, dal 16 giugno al 22 novembre 2018.

    “Qui, uno spettacolare percorso multimediale attende il visitatore, avvicinandolo alla vicenda canoviana, in tutte le sue fasi ed aspetti. In Magister Canova – afferma Renato Saporito, amministratore delegato e supervisore creativo del progetto – l’assoluto rigore scientifico del racconto è coniugato a una sapiente regia, ricorrendo a una pluralità di linguaggi. A proporre un percorso di narrazione che spazia dal micro al macro, dalla farfalla di Amore e Psiche al gigante Ercole che scaglia Lica, passando dalla danza alla bellezza senza tempo di Paolina Borghese”.

    La mostra si completa con importanti “stanze” dedicate a particolari approfondimenti. Come quella riservata ai disegni originali a soggetto anatomico conservati dalla Biblioteca dell’Istituto Superiore di Sanità.
    O all’ illustrazione del processo creativo maturato da Antonio Canova, processo che ha rivoluzionato la successiva storia della scultura europea.

    Ad accogliere gli ospiti, al pianoterra della Scuola Grande della Misericordia, sarà una monumentale installazione site-specific di Fabrizio Plessi, un magnifico “omaggio” al grande Canova, un’opera che vuole simboleggiare il viaggio nella mente dell’artista.
    Dopo l’immersione nei colori e nelle forme dell’opera di Fabrizio Plessi, la visita alla mostra prosegue al piano superiore, dove lo spazio è connotato da un enorme blocco di marmo, bianco come quello di Carrara, realizzato in architettura tessile.
    In questo spazio, in forte dialogo architettonico con la sala della Scuola Grande della Misericordia, sono allestite diverse aree di approfondimento che permetteranno al pubblico di esplorare l’intera vicenda canoviana, grazie a un percorso, intimo e spettacolare al tempo stesso.

    Ad accompagnare, passo a passo, l’ospite sarà la voce narrante di Adriano Giannini, chiamato anche a leggere alcune delle lettere del giovane Canova.
    La colonna sonora originale è affidata al violoncello di Giovanni Sollima.

    La mostra è curata da Mario Guderzo, Direttore della Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno, Membro del Comitato per l’edizione nazionale delle opere di Antonio Canova e del Comitato Scientifico del CAM (Catalogo dell’Arte Moderna Italiana) e da Giuliano Pisani, Filologo classico e storico dell’arte, Accademico Galileiano, Membro del Comitato dei Garanti per la promozione della Cultura Classica del MIUR.

    I contenuti sono affidati al Comitato Scientifico composto da Giuseppe Pavanello, Professore Ordinario di Storia dell’Arte Moderna presso l’Università di Trieste, Membro del Comitato per l’edizione nazionale delle opere di Antonio Canova, dell’Istituto di ricerca su Canova e il Neoclassicismo di Bassano del Grappa (Vicenza), del Consiglio scientifico della Fondazione Canova di Possagno (Treviso); Steffi Roettgen, Professore emerito all’Università Ludwig-Maximilians di Monaco; Johannes Myssok, vice Rettore dell’Accademia Kunstakademie di Düsseldorf; Andrea Bellieni, curatore del Museo Correr di Venezia, Membro Direttivo Fondazione Musei Civici Veneziani.
    La direzione artistica è del maestro Luca Mazzieri, autore e regista di film d’arte, in collaborazione con Alessandra Costantini, architetto e progettista.

    Cose Belle d’Italia Media Entertainment è una società collegata al Gruppo Cose Belle d’Italia, nata per ampliare l’offerta di creazione dei contenuti attraverso la produzione di format ideati, creati, gestiti e distribuiti sul mercato italiano e internazionale con un approccio etico e culturale per comunicare e generare ricchezza.
    Rientra in questa filosofia anche il format Magister, che dopo Magister Giotto (2017) e Magister Canova (2018) presenterà nel 2019, a completamento della trilogia dedicata ai maestri universali della storia dell’arte, Magister Raffaello.
    In questo Format contemporaneo di mostre itineranti, ideato e prodotto da Cose Belle d’Italia Media Entertainment, il rigore scientifico, la qualità e la forza del dettaglio consentono, anche ai visitatori più giovani, di immergersi nella vita e nelle opere dei grandi maestri dell’arte, in una straordinaria occasione di conoscenza e di intrattenimento. A Venezia, Canova. In un viaggio che immerge il visitatore nella genesi del processo creativo del celebre scultore veneto, interprete massimo del Neoclassicismo.
    In una mostra dove spettacolo e approfondimento, emozione e conoscenza si calibrano e fondono alla perfezione.
    Ad annunciare Magister Canova, secondo atto della trilogia di mostre ideate e realizzate da Cose Belle d’Italia Media Entertainment, è il presidente Stefano Vegni.
    Come è già avvenuto per la mostra precedente dedicata a Giotto, Magister Canova, che è realizzata in collaborazione con la Fondazione Canova Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno, sarà accolta nelle magnifiche sale della Scuola Grande della Misericordia di Venezia, dal 16 giugno al 22 novembre 2018.

    “Qui, uno spettacolare percorso multimediale attende il visitatore, avvicinandolo alla vicenda canoviana, in tutte le sue fasi ed aspetti. In Magister Canova – afferma Renato Saporito, amministratore delegato e supervisore creativo del progetto – l’assoluto rigore scientifico del racconto è coniugato a una sapiente regia, ricorrendo a una pluralità di linguaggi. A proporre un percorso di narrazione che spazia dal micro al macro, dalla farfalla di Amore e Psiche al gigante Ercole che scaglia Lica, passando dalla danza alla bellezza senza tempo di Paolina Borghese”.

    La mostra si completa con importanti “stanze” dedicate a particolari approfondimenti. Come quella riservata ai disegni originali a soggetto anatomico conservati dalla Biblioteca dell’Istituto Superiore di Sanità.
    O all’ illustrazione del processo creativo maturato da Antonio Canova, processo che ha rivoluzionato la successiva storia della scultura europea.

    Ad accogliere gli ospiti, al pianoterra della Scuola Grande della Misericordia, sarà una monumentale installazione site-specific di Fabrizio Plessi, un magnifico “omaggio” al grande Canova, un’opera che vuole simboleggiare il viaggio nella mente dell’artista.
    Dopo l’immersione nei colori e nelle forme dell’opera di Fabrizio Plessi, la visita alla mostra prosegue al piano superiore, dove lo spazio è connotato da un enorme blocco di marmo, bianco come quello di Carrara, realizzato in architettura tessile.
    In questo spazio, in forte dialogo architettonico con la sala della Scuola Grande della Misericordia, sono allestite diverse aree di approfondimento che permetteranno al pubblico di esplorare l’intera vicenda canoviana, grazie a un percorso, intimo e spettacolare al tempo stesso.

    Ad accompagnare, passo a passo, l’ospite sarà la voce narrante di Adriano Giannini, chiamato anche a leggere alcune delle lettere del giovane Canova.
    La colonna sonora originale è affidata al violoncello di Giovanni Sollima.

    La mostra è curata da Mario Guderzo, Direttore della Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno, Membro del Comitato per l’edizione nazionale delle opere di Antonio Canova e del Comitato Scientifico del CAM (Catalogo dell’Arte Moderna Italiana) e da Giuliano Pisani, Filologo classico e storico dell’arte, Accademico Galileiano, Membro del Comitato dei Garanti per la promozione della Cultura Classica del MIUR.

    I contenuti sono affidati al Comitato Scientifico composto da Giuseppe Pavanello, Professore Ordinario di Storia dell’Arte Moderna presso l’Università di Trieste, Membro del Comitato per l’edizione nazionale delle opere di Antonio Canova, dell’Istituto di ricerca su Canova e il Neoclassicismo di Bassano del Grappa (Vicenza), del Consiglio scientifico della Fondazione Canova di Possagno (Treviso); Steffi Roettgen, Professore emerito all’Università Ludwig-Maximilians di Monaco; Johannes Myssok, vice Rettore dell’Accademia Kunstakademie di Düsseldorf; Andrea Bellieni, curatore del Museo Correr di Venezia, Membro Direttivo Fondazione Musei Civici Veneziani.
    La direzione artistica è del maestro Luca Mazzieri, autore e regista di film d’arte, in collaborazione con Alessandra Costantini, architetto e progettista.

    Cose Belle d’Italia Media Entertainment è una società collegata al Gruppo Cose Belle d’Italia, nata per ampliare l’offerta di creazione dei contenuti attraverso la produzione di format ideati, creati, gestiti e distribuiti sul mercato italiano e internazionale con un approccio etico e culturale per comunicare e generare ricchezza.
    Rientra in questa filosofia anche il format Magister, che dopo Magister Giotto (2017) e Magister Canova (2018) presenterà nel 2019, a completamento della trilogia dedicata ai maestri universali della storia dell’arte, Magister Raffaello.
    In questo Format contemporaneo di mostre itineranti, ideato e prodotto da Cose Belle d’Italia Media Entertainment, il rigore scientifico, la qualità e la forza del dettaglio consentono, anche ai visitatori più giovani, di immergersi nella vita e nelle opere dei grandi maestri dell’arte, in una straordinaria occasione di conoscenza e di intrattenimento.



    Tags

  • Arte Moderna
  • Multimediale
  • Scultura

  • Recensioni su questo evento

    Potrebbe interessarti anche

    in corso

    Omaggio a Bormio: Gianluigi Giudici

    e altre sedi a Bormio

    Ha sempre amato Bormio, destinazione di vacanza e luogo d’elezione,…

    in corso

    Archimede a Siracusa

    Galleria Civica Montevergini a Siracusa

    La nuova mostra dedicata a Archimede e presentata a Siracusa dal 26 maggio…

    in corso

    Riapertura della Camera degli Sposi del Castello di…

    Complesso Museale di Palazzo Ducale a Mantova

    A tre anni dal terremoto che danneggiò la torre nord-est del Castello…

    in corso

    Alessandro Marrazzo. Bob Kennedy. The Dream - Emotional…

    Spazio Innov@zione - Fondazione CRC a Cuneo

    Mercoledì 9 maggio alle ore 18, presso lo Spazio Innov@zione della Fondazione…

  • Dove si svolge?

  • Informazioni utili

    Luogo: Scuola Grande della Misericordia, Venezia

    Curatore: Mario Guderzo, Giuliano Pisani

    Indirizzo: Sestiere Cannaregio, 3599, 30121 Venezia VE, Italia

  • Prezzo

    intero € 14, ridotto e gruppi € 12, scuole € 7. Gratuito diversamente abili + accompagnatore, bambini fino ai 8 anni di età, giornalisti (previo accredito ufficio stampa), guide autorizzate (con patentino rilasciato dalla Provincia di Venezia), 1 accompagnatore per 1 gruppo di adulti da 10 persone a 20 persone. Un giorno al mese ingresso libero per i residenti nel Comune di Venezia

    Telefono: 337 144 0557

    Visita il sito web >>

  • Aiutaci a Crescere!