• Arte contemporanea

    Gratuita

    Personale

    Fotografia

    Arte moderna

    Documentaria

    Scultura

    Collettiva

    Installazioni

    Video

    Disegni

    Pittura

    Architettura

    Didattica

    Design

    Musica

    Bambini

    Performance

    Conferenza

    Archeologia

    Storia

    Natura

    Incontri

    Multimediale

    Laboratori

    Dipinti

    Cinema

    Scienza

    Giappone

    Moda

    Arte medievale

    Donna

    Visite guidate

    Narrativa

    Workshop

    Ceramica

    Oriente

    Arte

    Fumetti

    Teatro

    LIU BOLIN The Invisible Man concluso  

    LIU BOLIN The Invisible Man

    Dal al a Roma

    Liu Bolin, l’artista di origine cinese e definito “l’uomo invisibile”, ha raggiunto la fama internazionale come colui che ha fatto del camouflage il suo tratto distintivo. Rimanendo immobile come una scultura vivente, Bolin integra il suo corpo con il contesto alle sue spalle grazie a un accurato body-painting e infine si fa fotografare.

    È il 2005: l’amministrazione di Pechino ordina di abbattere il quartiere Suojia Village, dove risiedono molti artisti critici con il governo. Liu Bolin, classe 1973 e ai suoi esordi come artista, si mimetizza con le macerie del suo studio, si fa fotografare e divulga la foto dando il via a una protesta silenziosa e “trasparente”, riscuotendo allo stesso tempo un inaspettato successo.
    Inizia così la straordinaria carriera di uno degli artisti contemporanei più talentuosi e interessanti, capace di nascondere forti messaggi sociali attraverso immagini apparentemente semplici, in una sintesi di molteplici linguaggi quali la pittura, l’installazione e la fotografia.
    Le sue performance vogliono essere un messaggio forte e chiaro di ciò che accade nel presente, tra il peso della storia e le conseguenze del progresso.

    Nel tempo Liu Bolin si fa fotografare davanti ai più importanti monumenti del mondo, a librerie, a scaffali dei supermercati, a opere d’arte, a montagne di rifiuti e tra gli immigrati; la sua fama cresce fino a quando le sue immagini diventano un’icona per i grandi brand: uno per tutti Moncler, che utilizza per diverse stagioni un camouflage di Liu Bolin per pubblicizzare il proprio marchio, ma anche Tod’s, Ferrari e molti altri.

    La mostra al Vittoriano racconta la storia di Liu Bolin, dalla prima perfomance a Pechino fino agli scatti più recenti del 2017 alla Reggia di Caserta e al Colosseo, appositamente realizzati per la mostra romana e qui esposti in anteprima mondiale.



    Tags

  • Fotografia
  • Oriente

  • Recensioni su questo evento

    Potrebbe interessarti anche

    in corso

    A cosa serve l’utopia

    Galleria Civica di Modena a Modena

    Inaugura venerdì 27 aprile 2018 alle ore 18 alla Galleria Civica di Modena…

    in corso

    In viaggio con stile: Guidare le automobili, lasciarsi…

    Palazzo Pitti - Museo della Moda e del Costume a Firenze

    L’eleganza e la “firma” distinguono le automobili, “opere d' arte…

    in corso

    Luce. L'immaginario italiano a Padova

    Centro culturale Altinate San Gaetano a Padova

    L'esposizione racconta la storia dell'Istituto Luce, dalla fondazione…

    in corso

    Mostra Mauro Santini. UNA FAMIGLIA FRANCESE, 1943/1962…

    Palazzo Mosca-Musei Civici di Pesaro a Pesaro

    Con l’estate 2018 e in occasione dell’apertura della Mostra Internazionale…

  • Dove si svolge?

  • Informazioni utili

    Luogo: Complesso del Vittoriano - Ala Brasini, Roma

    Indirizzo: Via di S. Pietro in Carcere, 00186 Roma RM, Italia

  • Prezzo

    Intero 12.00 €

    Ridotto 10.00 €

    Telefono: 06 678 0664

    Visita il sito web >>

  • Aiutaci a Crescere!