• Arte contemporanea

    Gratuita

    Personale

    Fotografia

    Arte moderna

    Documentaria

    Scultura

    Collettiva

    Installazioni

    Video

    Disegni

    Pittura

    Architettura

    Didattica

    Design

    Musica

    Bambini

    Performance

    Conferenza

    Archeologia

    Storia

    Natura

    Incontri

    Multimediale

    Laboratori

    Dipinti

    Cinema

    Scienza

    Giappone

    Moda

    Arte medievale

    Donna

    Visite guidate

    Narrativa

    Workshop

    Ceramica

    Oriente

    Arte

    Fumetti

    Teatro

    Trash Secco / Livia Carpenzano. Fare anima concluso  

    Trash Secco / Livia Carpenzano. Fare anima

    Dal al a Roma

    Trash Secco e Livia Carpenzano si incontrano in una danza macabra tra sacro e profano, in una riflessione profonda che si concretizza nella rappresentazione di un mondo magico e interiore fatto di materia onirica. 

    Da un passo di Keats, James Hillman trarrà la formula sintetica di 'Fare Anima' per intendere un estenuante e incessante lavoro di ricerca nell'inconscio e nel circostante. Il percorso di una vita intera che altro non è che la costruzione dell'Anima stessa, un trovare, pensando per immagini, il proprio daimon e scendere a compromessi con lui per compiere il disegno a cui siamo destinati.  

    Le opere presentate dai due artisti incarnano un viaggio interiore e personalissimo che evoca modelli ancestrali e universali. I lavori, distanti per approccio tecnico, creano una tensione di equilibrio tra il caos materico delle tele di Trash Secco e l'ordine quasi maniacale delle figure su carta di Livia Carpenzano. Equilibrio formale e d’intenti che si esprime pienamente nelle tre opere cooprodotte per questo progetto. 

    In una selva di figure disformi e disturbanti troviamo citazioni trasversali: dalle forme anatomiche michelangiolesche fino alle xilografie medievali delle Fiandre; passano da Burri per arrivare all'illustrazione fumettistica di Tamburini. I due artisti ci mostrano parte dei loro mondi. La visceralità delle icone sacre e dissacranti di Trash Secco, apparizioni che emergono dalla materia scomposta come nuove Sindoni, e le filastrocche illustrate di Livia Carpenzano cariche di erotismo e perversione, in un timido ed elegante gioco di ruolo che chiede solo di essere interpretato con ambiguità. 

    John Keats

    Vernissage: 6 aprile 2018 ore 18



    Tags

  • Arte Contemporanea
  • Gratuita

  • Recensioni su questo evento


    A Alessandro
    3 mesi fa
    Una mostra che si distingue dalle altre. Nelle due pareti dedicate agli artisti i due stili si confrontano creando un piacevole contrasto tra le grandi tele di trash secco, cariche di pathos in cui gli elementi figurativi si perdono negli sfondi astratti, e le miniature di Livia Carpenzano, caratterizzate da una tecnica superba e originale.

    Potrebbe interessarti anche

    in corso

    Silvio Di Pietro. Mentacoli. “Quando la Geometria…

    Istituto Auxologico Procaccini a Milano

    La perfetta sintesi tra rigore e fantasia, geometria e colore approda…

    in corso

    Peter Kim. Sull’orlo della forma

    Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese a Roma

    Vasi e matasse informi di fili colorati. Il Vaso, soprattutto, come forma…

    in corso

    PRIMAL SONIC VISIONS di Bill Fontana

    Università Ca’ Foscari Venezia a Venezia

    Nell’ambito della 16. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale…

    in corso

    Sonia Ros. Inner Life

    Sala Partenze | Landside al piano primo del Terminal Aeroporto Marco Polo a Venezia

    La Sala Partenze Landside del Terminal dell’Aeroporto Marco Polo di…

  • Dove si svolge?

  • Informazioni utili

    Luogo: Acronimo, Roma

    Curatore: Paola Aloisio

    Indirizzo: 3b, Via Tripoli, 00199 Roma RM, Italia

  • Prezzo

    GRATUITA

    Telefono: 388 174 5678

    Visita il sito web >>

  • Aiutaci a Crescere!