• Arte contemporanea

    Gratuita

    Personale

    Fotografia

    Arte moderna

    Documentaria

    Scultura

    Collettiva

    Installazioni

    Video

    Disegni

    Pittura

    Architettura

    Didattica

    Design

    Musica

    Bambini

    Performance

    Conferenza

    Archeologia

    Storia

    Natura

    Incontri

    Multimediale

    Laboratori

    Dipinti

    Cinema

    Scienza

    Giappone

    Moda

    Arte medievale

    Donna

    Visite guidate

    Narrativa

    Workshop

    Ceramica

    Oriente

    Arte

    Fumetti

    Teatro

    The Pink Floyd Exhibition concluso  

    The Pink Floyd Exhibition

    Dal al a Roma

    Roma, 29 novembre 2017 - Retrospettiva epocale a 50 anni dalla nascita di uno dei gruppi musicali più innovativi e influenti della storia, a gennaio arriva a Roma, acclamata dalla critica e in esclusiva per l’Italia, la mostra The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains. Hanno presentato la mostra, in conferenza stampa oggi a Roma, uno dei membri fondatori della band, Nick Mason, insieme al Vicesindaco con delega alla Crescita culturale, Luca Bergamo. 
    L’esposizione – promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale – verrà inaugurata al MACRO Museo d'Arte Contemporanea di Roma di via Nizza il prossimo 19 gennaio e sarà la prima ospitata dal museo con la nuova gestione dell’Azienda Speciale Palaexpo. Dopo l’enorme successo del debutto di qualche mese fa al Victoria and Albert Museum di Londra, che ha visto la partecipazione di più di 400.000 persone, la mostra si sposta a Roma per la prima tappa internazionale. Ideata da Storm Thorgerson e sviluppata da Aubrey ‘Po’ Powell di Hipgnosis, che ha lavorato in stretta collaborazione con Nick Mason (consulente della mostra per conto dei Pink Floyd), The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains è un viaggio audiovisivo nei 50 anni di carriera di uno dei più leggendari gruppi rock di sempre e offre una visione inedita ed esclusiva del mondo dei Pink Floyd. 

    Il colossale allestimento del Victoria and Albert Museum di Londra, descritto dai quotidiani inglesi come “impressionante”, “un’autentica festa per i sensi” e “quasi altrettanto emozionante che ascoltare i Pink Floyd dal vivo”, è stato il più visitato di sempre nel suo genere. In esclusiva per l’Italia il MACRO ospiterà l’esposizione e lo stesso Mason ricorda che - a meno di 1 km di distanza – proprio al Piper ebbe luogo uno dei primi concerti dei Pink Floyd in Italia nell’aprile del 1968. La mostra racconta quale fu il ruolo della band nel cruciale passaggio culturale dagli anni sessanta in poi. Grazie al suo approccio sperimentale – che rese il gruppo inglese esponente di spicco del movimento psichedelico che cambiò per sempre l’idea della musica in quegli anni – la band venne riconosciuta come uno dei fenomeni più importanti della scena musicale contemporanea. 

    I Pink Floyd hanno prodotto alcune delle immagini più leggendarie della cultura pop: dalle mucche al prisma di The Dark Side of the Moon, fino al maiale rosa sopra la Battersea Power Station e ai “Marching Hammers”. La loro personale visione del mondo si è realizzata grazie a creativi come il moderno surrealista e collaboratore di lunga data Storm Thorgerson, l’illustratore satirico Gerald Scarfe e il pioniere dell’illuminazione psichedelica Peter Wynne-Wilson. Il percorso espositivo che guida il visitatore seguendo un ordine cronologico, è sempre accompagnato dalla musica e dalle voci dei membri passati e presenti dei Pink Floyd, tra cui Syd Barrett, Roger Waters, Richard Wright, Nick Mason e David Gilmour. Il momento culminante è la Performance Zone, in cui i visitatori entrano in uno spazio audiovisivo immersivo, che comprende la ricreazione dell’ultimo concerto dei quattro membri della band al Live 8 del 2005 con Comfortably Numb, appositamente mixata con l’avanguardistica tecnologia audio AMBEO 3D della Sennheiser, oltre al video, in esclusiva per Roma, di One Of These Days, tratto dalla storica esibizione del gruppo a Pompei. “
    La reazione dei fan alla mostra è stata persino più calorosa del previsto. Sono due ore di musica, energia ed emozione in puro stile Pink Floyd” commenta Michael Cohl della Concert Productions International B.V. The Pink Floyd Exhibition è prodotta e organizzata dalla Concert Productions International B.V. di Michael Cohl, da Mondo Mostre e da Live Nation. È curata dal direttore creativo dei Pink Floyd, Aubrey ‘Po’ Powell (dello studio graficoHipgnosis) e da Paula Webb Stainton, che ha lavorato a stretto contatto con membri del gruppo tra cui Nick Mason (consulente per i Pink Floyd), con il contributo di Victoria Broackes del Victoria and Albert Museum. La mostra è in collaborazione con lo studio Stufish, uno dei maggiori studi di architetti d’intrattenimento e progettisti di lunga data dei palchi della band, e con gli interpretativi exhibition designer di Real Studios. Il libro ufficiale per i 50 anni della band è edito da Skira ed è già disponibile nelle librerie. 



    Tags

  • Musica

  • Recensioni su questo evento


    J Juan
    8 mesi fa
    Ci sarebbero centinaia di parole per definire una mostra del genere, la prima che però mi viene in mente è "inaspettata" ed è per il semplice fatto che The Pink Floyd Exhibition è una mostra fuori dal comune, una esperienza unica nella quale si viene coinvolti mente e corpo in un modo così profondo da riuscire ad emozionarsi. Per gli amanti della musica, e i fan di Pink Floyd dovrebbe essere ancora più speciale. Non solo un viaggio nella loro storia, ma un viaggio all'interno di un periodo storico, di una rivoluzione musicale che in quel momento il gruppo ha iniziato e che ha lasciato un segno indelebile nella storia della musica. Soldi spesi più che bene anche se uscito con un pò di nostalgia sul fatto non aver visto dal vivo il più grande gruppo musicale mai esistito. Se potessi utilizzare la macchina del tempo, tornerei indietro solo per vedere un loro concerto.

    M Manuela
    8 mesi fa
    Se siete appassionati di musica e desiderate sapere tutto su questa storica band non potete non andare alla mostra "The Pink Floyd Exhibition" presso il Macro di via Nizza. Non è una esposizione economica ma vale tutti i soldi spesi per il biglietto. Mi è piaciuto molto l'allestimento e l'audio guida che attraverso la loro splendida musica ti accompagna fino all'ultima sala. Premetto che non sono una fan sfegatata dei Pink Floyd ma vederla mi ha arricchito tantissimo. Ho scoperto che non erano solo dei geni assoluti della musica ma degli artisti a tutto tondo. La consiglio assolutamente!

    R Rosa
    8 mesi fa
    Una mostra da non perdere per tutti gli appassionati. Il prezzo, leggermente al di sopra della media, vale il livello. La mostra è strutturata in ordine cronologico, dalla nascita dei Pink Floyd fino agli ultimi successi. L'ambientazione è molto suggestiva e le stanze sono divise praticamente (anche se non sempre) per album. Il tutto accompagnato dalla musica dei Pink Floyd trasmessa tramite delle audioguide interattive, che cambiano automaticamente riproduzione a seconda della sezione o dello schermo a cui ci si avvicina. Spettacolare la stanza ispirata a The Wall, ma di grande impatto emotivo un po' tutte. La mostra è sviluppata in maniera tale che le scenografie facciano vivere sulla propria pelle lo sviluppo della band, dagli esordi, alla grandiosità, fino ad arrivare all'introspezione di High Hopes. Consigliatissima.

    Potrebbe interessarti anche

    in corso

    Infinito Recanati unisce arte, poesia e musica

    Polo museale Villa Colloredo Mels, Torre Civica, Museo “Beniamino Gigli”, ufficio di informazion a Recanati

    Un progetto culturale innovativo per la città di Recanati che unisce…

    in corso

    Leonardo3. Il Mondo di Leonardo

    Galleria Vittorio Emanuele a Milano

    La mostra Leonardo3 - Il Mondo di Leonardo in Piazza della…

    in corso

    1918-2018 I Cento Anni della Galleria Nazionale dell’Umbria

    Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia

    Quello appena aperto è un anno speciale, quasi irripetibile, per Perugia.…

  • Dove si svolge?

  • Informazioni utili

    Luogo: MACRO - Museo di Arte Contemporanea, Roma

    Indirizzo: Via Nizza, 138, 00198 Roma RM, Italia

  • Prezzo

    Intero: € 18,00
    Ridotto: € 16,00
    Studenti: € 14,00

    Biglietto open intero  € 22,00 (€ 18,00 + € 4,00 prevendita)
    Biglietto open ridotto  € 20,00 (€ 16,00 + € 4,00 prevendita)

    E' possibile prenotare, tramite call center o sito, per i singoli il turno d'ingresso alla mostra
    (€ 2,00 escluso il costo del biglietto) e accedere alla mostra dall'ingresso dei prenotati evitando la fila.

    Biglietto ridotto valido per:
    - giovani fino a 26 anni
    - adulti oltre i 65 anni

    Ingresso gratuito valido per:
    - disabile e accompagnatore
    - invalido e accompagnatore

    Convenzioni disponibili. Si consiglia di prenotare in anticipo

    I biglietti si possono acquistare online su Vivaticket.it, nei punti vendita Vivaticket e per telefono al numero +39.041.2719035.


    Telefono: 06 0608

    Visita il sito web >>

  • Aiutaci a Crescere!